Commento allo Standard - Dakota Rose

Vai ai contenuti

Menu principale:

Commento allo Standard


                                                
Commento allo Standard

La classificazione FCI lo vede inserito nel gruppo 9 - Cani da Compagnia, sezione 4 - Razze nude
Lo Standard di oggi (aggiornato nel febbraio 2011), lo descrive come un cane dall'ossatura da media a fine, privo di pelo se non ai piedi, testa e coda; ancora viene distinto in "tipo" Deer" e "Cobby", il primo con ossatura più fine e corpo più "leggero" il secondo con ossatura e corpo più pesante.
Contrariamente alle altre razze "nude" è ammessa anche la varietà Powderpuff, non solo in riproduzione ma anche ai fini espositivi,   il cui corpo è "ricoperto interamente da un velo di peli lunghi e morbidi” ( tant’è che proprio dal 01 Settembre 2013 nei Ring Italiani le due varietà verranno giudicate separatamente).
La sua taglia è minuta, per le femmine l'altezza massima prevista è cm 30, mentre per i maschi cm 33 (lo standard dell'Inghilterra aggiunge anche il peso che non deve essere superiore ai 5,4 kg). Francamente non ho ancora trovato un soggetto di ossatura robusta, di tipo “Cobby”, che riesca a rientrare in tale peso – solo un maschio dall’ossatura fine tipo “deer”, in perfetta taglia e in perfetta forma, riesce a rimanere entro quel peso indicativo.

I colori della pelle e del pelo non conoscono regole... passano dal rosa (nella varietà hairless) bianco nel powderpuff, al nero, quasi mai di colore unico, ma macchiati o con colori "sfumati" o carbonati; il colore del pelo nei powderpuff cambia nella crescita (generalmente tende a schiarire), mentre l'hairless si abbronza col sole (ad eccezione della parte depigmentata nel soggetto con la pelle rosa maculata  chiamato pink & slate o leopard).
Gli occhi, leggermente a mandorla e mai tondi, in posizione semi laterale,  devono essere scuri anche se a volte nascono soggetti con entrambi od anche un solo occhio azzurro; questo avviene da accoppiamenti di soggetti con bianco predominante o che abbiano semplicemente la testa completamente bianca.

La testa del chinese deve avere un aspetto armonioso, con un cranio leggermente bombato, il muso lungo ma non a punta, con labbra tese e sottili, pelle sottile a cesellare il muso stesso che termina con  un tartufo che può avere qualunque colore.
Le orecchie sono sempre inserite basse, rigorosamente portate erette nella varietà nuda, anche pendenti nella varietà powderpuff; possono essere rasate o meno a piacimento.

Il chinese deve avere un collo privo di giogaia ed elegante che si inserisce in spalle forti, elegante deve essere anche il corpo del chinese ed il suo movimento! Il chiense ha un corpo nel "rettangolo" con linea dorsale orizzontale, groppa tonda, coda inserita alta e portata allegramente eretta o laterale in movimento, torace disceso non a punta né a botte e ventre moderatamente retratto.

Gli arti devono essere lunghi, gli anteriori ben aderenti e sotto al corpo, i posteriori ben distanziati; gli angoli devo essere tali da garantire il movimento ideale con passo lungo, elegante con buona spinta posteriore.

Nel descrivere succintamente il chinese ho volutamente tralasciato il discorso dei denti e del pelo perchè è un discorso che spesso ha suscitato da parte mia e del mondo della cinofilia  molte polemiche,  molta frustrazione e tanta contraddizione.

Il chinese nasce come cane primitivo, portatore di un gene hairless che riguarda non solo il pelo ma anche i denti poichè il gene ha la medesima origine embrion
Lo standard attuale chiede la chiusura a forbice con l'interno delle facce degli incisivi superiori che coprano le facce degli incisivi inferiori senza assolutamente citarne quantità o quali potrebbero eventualmente mancare oltre ad un corpo "senza larghe pezzature di pelo in qualsiasi parte del corpo".

Io ho incontrato giudici che hanno penalizzato soggetti a cui mancava un canino quando noi che ci occupiamo della razza sappiamo che spesso il canino da latte superiore (in realtà una "zannetta") spesso non verrà mai sostituito da un definitivo e sarà destinato in pochi anni alla caduta; non solo ma i denti di un soggetto powderpuff rispetto a un soggetto hairless, saranno denti normali in quantità, dimensione e collocamento; al contrario un soggetto Hairless, non solo sarà mancante di gran parte dei denti premolari, ma spesso sia gli incisivi che i canini sono di dimensione ridotta ed i canini (o le zannette) saranno posizionati leggermente in avanti rispetto alla posizione naturale; sovente quelli da latte non verranno sostituiti dai definitivi e cadranno entro il secondo anno di vita.
Negli anni questa resistenza ad accettare la mancanza di denti, nonchè la ricerca sicuramente di un aspetto migliore e una maggior attenzione alla salute, ha suggerito di inserire maggiormente soggetti powderpuff o con presenza di molto più pelo sul corpo, per arrivare alla riproduzione di esemplari con molti più denti e meglio posizionati, di tipo molto meno primitivo rispetto all'originale, con chiome e code ricche di pelo folto e lungo. Oggi per maggior chiarezza il chinese hairless viene a sua volta suddiviso ufficiosamente in sottocategorie a secondo della quantità di pelo che in realtà presenta alla nascita.
Quindi grande confusione e polemica - addirittura due anni fa il Chinese crested Dog dal KC  è stato inserito nella lista delle razze soggette a verifica della condizione della pelle durante le manifestazioni (per essere poi, nel 2012, escluso dalla medesima lista) essendo gli stessi soggetti ufficialmente (ma anche di fatto) hairless con molta ricrescita soprattutto sulla zona dorsale quindi sottoposti ad ogni genere di depilazione chiedendo i Giudici una pelle liscia al tatto.
Il Chinese che oggi noi vediamo nei ring "importanti" è un Chinese molto elegante, con meravigliose criniere, un'altezza a volte eccessiva (soprattutto nei cani del est europa) e tanti, troppi, denti...
Ora, la questione qual'è??? Vogliamo ritornare ad un soggetto "primitivo", buttando via quello che abbiamo o cerchiamo di applicare lo standard nel migliore dei modi che prevede la presenza di non larghe chiazze di pelo sul corpo????
Sarebbe auspicabile che venissero giudicati senza contare i denti, apprezzando la folta criniera senza preoccuparsi della ricrescita di qualche traccia di pelo (evitando la loro depilazione), ricordandosi anche che la pelle di un Chinese quasi completamente priva di larghe pezzature di pelo in qualsiasi parte del corpo, difficilmente sarà di grana fine, morbida al tocco!

Torna ai contenuti | Torna al menu